FEDERGEVITALIA

Vai ai contenuti

Menu principale:

FEDERGEV ITALIA: Buona partecipazione e ottimo risultato al Convegno Nazionale GEV-GAV di Domenica 21 Maggio 2017
GEV e GAV d'Italia uniti in una giornata di confronto e di proposte.  Si è svolto, domenica scorsa, il Convegno delle guardie ecologiche/ambientali volontarie discendenti da Leggi Regionali. Più che soddisfacente la partecipazione che ha visto la presenza di GEV e GAV da Puglia, Marche, Toscana, Emilia-Romagna, Lombardia, Liguria e Piemonte. Si tratta di volontari "istituzionali" in quanto formati, esaminati e richiesti in servizio dalle Istituzioni e che operano coordinate o convenzionate con gli Enti Territoriali competenti in materia di tutela ambientale e protezione animale (Regione, Provincia, ARPAE, Unioni Comunali, Comuni, Enti Parco, Aree Protette, ecc.). Sono stati condivisi alcuni obbiettivi di comune interesse da perseguire:
- una Legge Nazionale "quadro" che istituisca a livello nazionale (quindi in tutte le Regioni) il "Servizio di Vigilanza Ecologica/Ambientale Volontaria", valorizzando le figure delle GEV e GAV oggi già esistenti in alcune Regioni;
- una Legge che metta anche ordine tra le varie normative esistenti riguardo varie figure della vigilanza volontaria (guardie zoofile, ittiche e venatorie) stabilendo per Legge un uguale ed obbligatorio percorso formativo con esame finale di idoneità dinanzi ad una Commissione d'Esame pubblica nominata con delibera Regionale;
- una legge Nazionale quadro che, prendendo atto che le GEV-GAV sono, a tutti gli effetti, Pubblici Ufficiali e Agenti di polizia Amministrativa attribuisca loro poteri di accertamento (e sanzionatorio) su tutte le leggi poste a tutela dell'ambiente, del paesaggio, della flora e della fauna selvatica, attribuendo loro anche alcune prerogative di polizia giudiziaria quando espressamente previste dagli articoli di legge di competenza...
-->il testo della nostra Proposta di Legge, come scaturita dal Convegno e dalle osservazioni finora giunte
info@federgev.it  tel. 335404283

Incontro Nazionale GEV e GAV discendenti dalle Leggi Regionali - Assemblea FEDERGEV Italia - Bologna 29 Gennaio 2017 - Documento finale:
(Apri la versione PDF) Abbiamo promosso questo incontro aperto a tutte le diverse esperienze di Guardie Ecologiche Volontarie (GEV) e le Guardie Ambientali Volontarie (GAV) che fanno riferimento alle Leggi Regionali esistenti non solo perché sollecitati da diversi colleghi di alcune Regioni , ma perché questo è un momento davvero difficile per quasi tutte le nostre esperienze di “guardie volontarie” e anche per le scelte del Governo Nazionale di sciogliere (accorpare, depotenziare…) il Corpo Forestale dello Stato e “sopprimere” le Province e con esse la Polizia Provinciale.
CFS e Polizie Provinciali erano le due polizie “ambientali” del nostro paese, quelle che si occupavano di foreste, aree protette, parchi, caccia, pesca, polizia zoofila, inquinamento, frodi alimentari, spandimenti agronomici, ecc.  Sono state principalmente queste fino ad oggi, i soggetti di riferimento e di collaborazione per le GEV e le GAV.
Con la “riforma istituzionale” che ha quasi eliminato le Province si sono tagliati i fondi per quelle che erano le molte competenze di questo ente in materia ambientale, l’inevitabile conseguenza è stata, in diverse Regioni, il venir meno dell’Ente delegato alla gestione ed al finanziamento delle Leggi Regionali relative alla Vigilanza Ecologica/Ambientale Volontaria.  Alcune Regioni hanno messo in campo una Legge di riordino ed individuato un nuovo Ente di riferimento per le GEV, altri non ancora. In ogni caso in tutte le Regioni si sono verificate diverse disfunzioni e quasi dappertutto sono venuti meno o seno sensibilmente calate le risorse per i rimborsi spesa, le auto sono ferme ed i riferimenti organizzativi incerti. Questa è la situazione dei volontari GEV e GAV nelle regioni storiche nelle quali è nata e si è consolidata la figura della GEV e quindi le Regioni del Nord e del centro, ancora più difficile e complessa è la crescita di questo volontariato ecologico al Sud, anche nelle regioni che si sono dotate di una Legge specifica ma che è restata sostanzialmente sulla carta, pochissimi i corsi autorizzati anche se “autofinanziati” dalle Associazioni e di conseguenza poche nomine e pochissimi volontari GEV sul territorio...
(tutto il documento è pubblicato alla pagina --->)

Voluntary Ecological Guards
The GEV (voluntary ecological guards) have different tasks: to promote environmental information, to ascertain violations of the natural heritage (in the limits established by specific conventions) and to cooperate with public bodies working for the preservation of the natural heritage and of the landscape.

Sulla VIA appello delle Associazioni
“Di fronte a 103 richieste di emendamento e a modifiche che riguardano 20 dei 27 articoli del testo di riforma della Valutazione di Impatto Ambientale - VIA (Atto di Governo n. 401), contenute nei pareri della Conferenza Stato-Regioni e dalle Commissioni parlamentari Ambiente di Camera e Senato a questo punto chiediamo che il Governo proceda a quel radicale ripensamento che le associazioni ambientaliste hanno invocato dal 10 aprile e che ora appare inevitabile”, questo è l’Appello rivolto dal cartello di 20 tra le maggiori associazioni ambientaliste riconosciute che hanno contrastato la proposta di contro-riforma della VIA contenuta nello schema di decreto legislativo arrivato alle Regioni e alla Camere a metà marzo.
Le venti associazioni (Accademia Kronos, AIIG, Associazione Ambiente e Lavoro, CTS, ENPA, FAI, Federazione Pro Natura, FIAB, Geeenpeace Italia, Gruppo di Intervento Giuridico, Gruppi di Ricerca Ecologica, Italia Nostra, Legambiente, LIPU, Marevivo, Mountain Wilderness, Rangers d’Italia, SIGEA, VAS, WWF) aggiungono: “Il Governo ora deve chiarire se intende introdurre modifiche sostanziali al testo originario del decreto legislativo sottoposto a parere, superando quindi  l’opacità  e la frammentarietà delle procedure autorizzative, garantendo la piena partecipazione e informazione dei cittadini, consentendo una valutazione su elaborati che descrivano approfonditamente gli impatti sul territorio e garantendo un severo vaglio tecnico dei progetti da parte di una Commissione VIA veramente qualificata e indipendente”...
--->CONTINUA


© 1-01-2017
Tutto il materiale pubblicato sul sito è di proprietà della FederGEV Italia. Il contenuto del sito è protetto dalle leggi sul diritto d'autore, fermi restando i diritti spettanti agli eventuali originari autori del materiale contenuto nelle singole pagine. L'eventuale riproduzione su supporti cartacei o elettronici è consentita purchè siano citati in modo completo l'autore e la fonte.

________________________________
FederGEV Italia
Via Selva Pescarola 26 - 40131 Bologna
info@federgev.it - tel. 051 6347464
cell.335 404283

CORSI di FORMAZIONE:


RIMINI - Sono aperte le iscrizioni per frequentare il corso di Guardia Ecologica Volontaria per la Provincia di Rimini.
e-mail: www.gevrimini.it  - Tel. cell 349 6805700

ANCONA - Vengono raccolte le adesioni per un Corso provinciale di Guardie Zoofile, per informazioni telefonare allo 33318117040

BOLOGNA - Corso FederGEV per ANTINCENDIO BOSCHIVO  presso Villa Tamba via della Selva Pescarola 26, tel. 0516347464

Torna ai contenuti | Torna al menu